Povertà: i 4 passi - 22 Gennaio 2016

Il nemico di chi vive in strada

Nella favole il nemico è di solito qualcuno che vuole a tutti i costi ostacolare gli intenti del protagonista. A volte è un orco brutto e nero, altre un drago, altre ancora una strega cattiva.

Nella vita reale l’orco e la strega cattiva sono il capo che ci rimprovera, il nostro collega che non comunica con noi, nostra madre che cerca d’imporci i suoi obiettivi e di trasformarli nella vita che dovremmo avere.

Facendo il mio lavoro, tutti i giorni mi accorgo, però, che ci sono persone che hanno nemici più grandi di quelli che ho io, perché il loro nemico non è una persona, ma una condizione, uno stato.

Tony suona la chitarra, dorme in stazione, sotto un portico dove trova un riparo.
Quando piove e fa freddo non ci sono però tanti modi per ripararsi. Mi racconta che l’acqua va dappertutto e quando è neve, la terra è fredda, dormire è impossibile.
Forse non riesco nemmeno ad immaginarmelo come ci si sente.
Lo ascolto, lui mi sorride lo stesso, anche se vedo benissimo che è raffreddato.
So anche che la mia compagnia lo rassicura e gli cambia la giornata.

Le favole insegnano che il nemico si può sconfiggere e che il modo per farlo è fare del Bene.
Ecco perché penso che possiamo insieme sconfiggere il nemico di Tony e quello di tanti altri che vivono in strada.

Non ditelo a nessuno… io nelle favole ci credo e ci crederò sempre.

Per questo lavoro qui ad Antoniano onlus.

Iole

(Credits Foto: Federica Martina)

condividi:
POST RELATED

ABOUT THE BLOGGER

Mi chiamo Iole, sono laureata in Organizzazione e Gestione dell’impresa culturale. Sono appassionata di storia, letteratura e teatro. Mi piacciono i numeri primi.    

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…