Il Pasto è il primo passo - 05 Maggio 2015

I laboratori migranti

A fine febbraio 2015, abbiamo iniziato una nuova attività per gli ospiti dei nostri servizi, sempre nell’ottica dell’inclusione sociale e dello sviluppo di competenze che portino all’autonomia della persona.

Si tratta di laboratori che hanno l’obiettivo di coinvolgere in attività artistiche e ricreative gli ospiti senza dimora di Antoniano, per restituire loro dignità umana.

Musica, danza hip hop, lingua araba, pittura, teatro, artigianato, informatica e Curriculum Vitae: sono questi i temi scelti dai nostri ospiti. Sono e saranno occasioni per tirare fuori i propri talenti e le proprie capacità creative spesso rimaste inespresse durante il loro difficile vissuto quotidiano. 

All’interno di questi momenti si condividono esperienze e competenze: ad ogni incontro si cerca di creare un contesto d’accoglienza e scambio reciproco, di ascolto, d’amicizia, fraternità dove ognuno possa relazionarsi con l’altro a prescindere dalle diversità (nazionalità, età, religione, condizione di vita).

Infatti i laboratori sono aperti non solo agli ospiti di Antoniano, ma a chiunque voglia partecipare con l’obiettivo di creare reali occasioni di confronto e scambio e quindi integrazione sociale.

 

condividi:
POST RELATED

Pasto, accoglienza, ascolto e aiuto.
Sono le tappe di un percorso che diventa la vita di ogni giorno.
I 4 passi per favorire il reinserimento nella società.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…