Nuovi Bandi CAS - Antoniano non ci sta!

Come forse avrete letto in questi giorni dai giornali e dalle testate d’informazione locale, Antoniano non parteciperà ai nuovi bandi CAS (Centri di accoglienza straordinaria) perché le nuove condizioni poste dal ministero non garantiscono più lo stesso servizio nel rispetto dei diritti della persona e della professionalità degli operatori. L’accoglienza ha senso solo se inserita in un contesto che mette al centro la persona e che garantisce maggiori possibilità d’integrazione.

I CAS hanno durata limitata e una volta che la persona riceve il permesso di soggiorno è obbligata a lasciare la struttura. In questo modo rischia di finire in strada ancor prima di raggiungere l’autonomia. I nuovi bandi non rispondono più ai valori di una buona accoglienza, quella che mette al centro l’umanità di chi accoglie e di chi è accolto, quella che riconosce l’altro nella sua autenticità oltre ogni pregiudizio, quella che rispetta la professionalità e ne riconosca strumenti operativi specifici.

Antoniano continuerà ad occuparsi dell’accoglienza richiedenti asilo solo attraverso il circuito SPRAR che diversamente permette alla persona di restare nella struttura fino al raggiungimento dell’autonomia.

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…