- 19 Ottobre 2017

Ricordi d'autunno

Se penso al passato mi vengono in mente tante cose, ma i ricordi più belli sono quelli legati alle persone che hanno attraversato la mia vita.
La voce di chi mi ha svegliata la mattina ricordandomi di non dimenticare il libro importante per l’interrogazione di filosofia. La mia migliore amica che, senza saperlo, mi ha indicato delle strade alternative spingendomi ad affrontare le difficoltà con uno spirito positivo.
La mia coinquilina che mi ha insegnato ad organizzarmi per il pranzo, a cucinare meglio i peperoni oppure a fare una lavatrice che non facesse diventare gli abiti tutti di un solo colore.

Ogni persona mi ha regalato un’emozione che l’ha resa unica nella mia memoria, l’ha resa indimenticabile perché nella vita, nei piccoli gesti quotidiani ritorna.
In questi giorni i ricordi si fanno più vivi, sarà il periodo autunnale, l’anima malinconica delle foglie gialle e rosse sulle strade.

L’autunno è la stagione della vendemmia e ricordo i vestiti della mia nonna che quando mi abbracciava profumava di mosto. La mia nonna aveva gli occhi grigi come le nuvole gonfie di pioggia.
La mia nonna mi diceva di sorridere sempre, di camminare molto e di amare la natura.
Oggi non c’è più e per ricordarla ogni autunno faccio una piccola donazione in sua memoria per aiutare le famiglie e i bimbi in difficoltà.
Farla mi emoziona sempre tanto perché è come farla rivivere nella luce della speranza che dona.
Rivedo i suoi occhi grigi con i colori dell'arcobaleno.
Iole

condividi:
POST RELATED

ABOUT THE BLOGGER

Mi chiamo Iole, sono laureata in Organizzazione e Gestione dell’impresa culturale. Sono appassionata di storia, letteratura e teatro. Mi piacciono i numeri primi.    

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Privacy

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…