Il Pasto è il primo passo - 16 Febbraio 2016

Il “Cibo per l’anima” dello Chef Bottura all’Antoniano

La mensa “Padre Ernesto” dell’Antoniano di Bologna nasce nel 1954 dal sogno di Padre Ernesto che, tornato dall’esperienza nei lager nazisti, ha voluto dedicare il resto della sua vita alle persone in difficoltà, partendo dal pasto.

Da allora la mensa ha aperto le porte ogni giorno a pranzo a circa 120 ospiti e oggi la risposta al disagio sociale vede scendere in campo lo Chef stellato Massimo Bottura e tutti ristoratori di Chef to Chef. Dal prossimo aprile infatti, le porte della mensa, storicamente aperta all’ora di pranzo, apriranno anche la sera e ospiteranno le persone in difficoltà con particolare attenzione alle famiglie. Circa 50 persone potranno recarsi all’Antoniano in via Guinizelli, 3 e consumare un pasto caldo e sano.

Il “Cibo dell’Anima”, come lo definisce lo stesso Bottura, è il piatto tradizionale italiano, sano e preparato in un’ottica di lotta allo spreco: è cibo che crea relazioni.

Anche per l’Antoniano di Bologna il pasto è il primo passo verso la costruzione di una rete  che deve portare al reinserimento attivo nel circuito sociale. Gli ospiti e le famiglie sono seguiti dallo staff di operatori formati di Antoniano onlus che lavorano in rete con le istituzioni cittadine per attivare i giusti percorsi lavorativi o di supporto.

La rete è lo strumento principale per produrre un intervento efficace: rete con chi si occupa di disagio sociale, rete con i 54 ristoratori e 49 produttori emiliano-romagnoli di Chef to Chef (circuito nato 8 anni fa), rete con i negozi di alimentari per poter utilizzare tutte le risorse a disposizione nel contesto di una lotta allo spreco, rete con la cittadinanza e le aziende che vorranno in qualche modo contribuire a questo importante progetto.

A loro va l’appello di Antoniano onlus attraverso le parole di fr. Alessandro Caspoli: “Abbiamo davvero bisogno del supporto di tutti per poter concretizzare questo progetto e costruire insieme alla città una risposta positiva al disagio sociale”.

Ulteriori informazioni
Tel. 0513940220| aiutaci@antoniano.it

 

condividi:
POST RELATED

Pasto, accoglienza, ascolto e aiuto.
Sono le tappe di un percorso che diventa la vita di ogni giorno.
I 4 passi per favorire il reinserimento nella società.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…